Prenota una visita

Il nostro impegno
contro il contagio

Azzerare il rischio di contagi fra i pazienti e preservare la salute degli operatori grazie ad un impiego incrociato di tecnologia, formazione del personale, dispositivi di protezione e, soprattutto, buone pratiche.

Da quando è scoppiata l’emergenza Covid-19, lo Studio Viberti ha scelto di utilizzare il necessario momento di lock-down per progettare una riapertura in totale sicurezza. In campo sono stati messi significativi investimenti e risorse per la sanificazione degli ambienti e lo studio di una rigida logistica perché l’area clinica diventasse una zona Covid-Free, secondo standard di sicurezza che a oggi superano i regolamenti e le indicazioni ministeriali. 

Sono tre i principali strumenti adoperati per riaprire lo studio nel massimo della sicurezza e della prevenzione dei contagi: tecnologia; buone pratiche; logistica e formazione del personale.




1 - TECNOLOGIA

Mai come in questo momento un tempestivo impiego della tecnologia preventiva può fare la differenza.


SANIFICAZIONE DELL’ARIA
Ogni seduta e ogni ambiente dello studio è stato dotato di purificatore d’aria con filtri HEPA 14 con capacità di filtraggio pari al 99,7%: i più performanti in commercio, in grado di garantire un ricambio totale dell’aria fino a 15 volte l’ora e abbattere le possibilità che il virus si propaghi attraverso l’aeresol generato durante la seduta clinica o mediante depositi aerei di polveri sottili.




SANIFICAZIONE DELL’ARIA
Ogni seduta e ogni ambiente dello studio è stato dotato di purificatore d’aria con filtri HEPA 14 con capacità di filtraggio pari al 99,7%: i più performanti in commercio, in grado di garantire un ricambio totale dell’aria fino a 15 volte l’ora e abbattere le possibilità che il virus si propaghi attraverso l’aeresol generato durante la seduta clinica o mediante depositi aerei di polveri sottili.



2 - BUONE PRATICHE


Triage telefonico Ogni ingresso allo studio dentistico avviene solo ed esclusivamente su prenotazione e dopo aver risposto a un preciso questionario clinico volto a individuare i possibili casi sintomatici o pauci-sintomatici. 

Accettazione Ad ogni paziente viene misurata la temperatura all’ingresso grazie a un termometro infrarossi touchless e, grazie ad una attenta programmazione delle prenotazioni, viene accolto singolarmente nella sala d’aspetto: questo evita le sovrapposizioni e l’affollamento dei pazienti nella stessa stanza. A ciascuno vengono garantite la disinfezione delle mani, la mascherina e calzari sterili.

Sacchetti monouso Per evitare contaminazioni, ciascun paziente viene fornito di sacchetti monouso in cui depositare i propri affetti personali, in modo da non contaminare l’area clinica. 



3 - LOGISTICA E FORMAZIONE


Ciascun operatore dello Studio Viberti è stato istruito per proteggere i pazienti e sé stesso dalla possibilità di trasmissione del Covid. Una formazione iniziata durante le prime settimane di marzo che ha coinvolto tutti gli aspetti della vita lavorativa.

Dispositivi di protezione individuale (DPI) Fondamentali per evitare il contagio di operatori e pazienti, i dpi sono composti da camici idrorepellenti monouso, mascherina filtranti FFP2, occhiali protettivi, copricalzari, schermi facciali e guanti. Ciascun dpi viene cambiato e gettato dopo ogni visita o trattamento, con particolare attenzione al processo di vestizione\svestizione.

Sequenze cliniche e spostamenti del personale Tutte le procedure cliniche sono state rimodulate per la Fase 2 e sono stati ottimizzati gli spostamenti degli operatori all’interno dello Studio. Alla fine di ogni trattamento, gli operatori eseguono una svestizione completa prima di uscire dalla stanza e procedono alla sanificazione dei locali. Successivamente si spostano in un’altra saletta per rivestirsi integralmente con nuovi DPI. Questa procedura richiede uno sforzo di tempo importante ma è indispensabile per “non portare in giro” il virus, ed evitare infezioni crociate tra i vari pazienti che transitano all’interno dello Studio.





Questo è il nostro impegno per la sicurezza: sorridere è una questione di fiducia!